La cellulite e le tecnologie per contrastarla

La cellulite è una patologia ed una manifestazione cutanea che si presenta con un’alta incidenza nella popolazione femminile in età post puberale.

1319
1319

Il termine cellulite è utilizzato per indicare sia la patologia infiammatoria, sia l’inestetismo cutaneo da essa derivata. L’estetista ha a sua disposizione diverse tecnologie che permettono di intervenire su questo inestetismo, attenuandone la manifestazione.

L’inestetismo della cellulite richiede – nella maggior parte dei casi – un approccio multidisciplinare, che tenga conto, oltre all’efficacia della tecnologia, anche dello stadio della cellulite, dello stile di vita e dell’alimentazione del soggetto trattato.

Ecco le principali metodiche utilizzate in ambito estetico.

Ultrasuoni ad alta frequenza: E’ la tecnologia più nota nell’ambito dei trattamenti non invasivi dedicati al contrasto dell’inestetismo della cellulite. L’ultrasuono agisce combinando un effetto termico e micromeccanico grazie al quale riesce a indebolire le strutture componenti il tessuto cellulitico.

Per approfondire Ultrasuoni ad alta frequenza.

Massaggio endodermico: Particolarmente indicato quando l’inestetismo della cellulite è accompagnato dalla presenza di adipe localizzato. L’azione principale di questa metodica è una ridistribuzione delle adiposità ottenuta attraverso l’aspirazione e il successivo rilascio dei tessuti cutanei e sottocutanei. Il massaggio endodermico sollecita i tessuti, riattiva l’attività cellulare e stimola la microcircolazione, incrementando il flusso ematico e l’ossigenazione.

Clicca per approfondire il massaggio endodermico.

Radiofrequenza: Utile per “riattivare” la vascolarizzazione periferica. I tessuti interessati dalla cellulite sono spesso freddi al tatto in quanto interessati da un rallentamento della circolazione periferica. L’estetista ricorre ad un generatore di onde che, per mezzo di un manipolo, vengono veicolate sulla superficie cutanea interessata dall’inestetismo, inducendo una azione termica. Questa provoca un aumento della vascolarizzazione dei tessuti utile a contrastare il ristagno dei liquidi e delle tossine. Inoltre viene stimolata la produzione di nuovo collagene e di fibroblasti, con una evidente azione lifiting anti age sui tessuti, che appaiono più tonici e definiti.

Clicca per approfondire La radiofrequenza.

Presso Massaggio: E’ il classico trattamento di completamento:  la sua azione non agisce direttamente sulla struttura del tessuto cellulitico, come invece avviene con gli ultrasuoni ad alta frequenza, ma è utile per favorire il drenaggio dei liquidi di ristagno.

Clicca per approfondire il Presso Massaggio

 

In this article