Radiofrequenza e Collagenogenesi

L'invecchiamento della pelle, la sua perdita di elasticità, la formazione di lassità e di rughe, sono effetti causati dal progressivo rallentamento della capacità rigenerative dei fibroblasti, cellule deputate...

1850
1850

L’invecchiamento della pelle, la sua perdita di elasticità, la formazione di lassità e di rughe, sono effetti causati dal progressivo rallentamento della capacità rigenerative dei fibroblasti, cellule deputate alla formazione di collagene, elastina ed altre componenti della matrice extracellulare dalle quali dipendono le funzioni del tessuto connettivo.

Il collagene è la proteina più abbondante nei mammiferi (circa il 25% della massa proteica totale), rappresentando nell’uomo oltre il 5% del peso corporeo. Si tratta di una proteina che svolge un ruolo importante per la funzionalità di organi e tessuti, non ultimo il tessuto connettivo, di cui è il principale costituente. Il tessuto connettivo è una struttura di protezione e sostegno dei tessuti, in particolare della pelle – la nostra prima barriera di difesa dagli agenti esterni – ma anche di cartilagini, legamenti e tendini.

La radiofrequenza è una tecnologia che viene largamente utilizzata in ambito estetico perchè è un’ottimo trattamento non invasivo per il miglioramento della trama cutanea di tutte le zone del corpo. Trattamento richiestissimo per il contrasto dei segni dell’invecchiamento cronologico e fotoindotti di viso, collo e decoltè, ottiene ottimi risultati anche per il recupero estetico della cute di gambe, braccia, addome, glutei e seno, rendendosi la tecnologia ideale per tutti coloro che riportano lassità cutanee – soprattutto a seguito di rapida perdita di peso – per restituire tono ed elasticità alla pelle.

Effetti biologici

Gli effetti biologici indotti dalla radiofrequenza sono la stimolazione dei processi di riparazione tessutale, l’incremento della pressione capillare, l’aumento della permeabilità della membrana cellulare e delle reazioni metaboliche locali, ossigenazione dei tessuti, grande miglioramento della circolazione linfatica.

La radiofrequenza richiama calore in modo omogeneo sui tessuti al di sotto dell’elettrodo ed è di entità tale da provocare una denaturazione del collagene: fino al 30% delle fibre si accorciano e si contraggono ripristinando la tensione tissutale. I fibroblasti sono stimolati a produrre nuovo collagene ed elastina. Questi effetti sono ottenuti tramite una temporanea modificazione della carica elettrica e della resistenza della zona trattata.

Scopri Q-Frequency – la radiofrequenza Cesare Quaranta

Effetti estetici

Il trattamento è estremamente piacevole e provoca un effetto rilassante-analgesico. A livello di derma superficiale si assiste ad una immediata distensione dei tessuti con un effetto simile al lifting. L’effetto non è solo immediato, ma progressivo, e perdura nei sei mesi successivi al trattamento, durante i quali l’attività di rigenerazione della trama cutanea e la sintesi di collagene da parte dei fibroblasti non si arresta.

I risultati possono essere molto differenti da persona a persona, in taluni casi possono essere apprezzabili sin dalle prime sedute con un’evoluzione nelle settimane successive; in altri casi il risultato sarà apprezzabile soltanto dopo un numero maggiore di sedute e comunque dopo 4-6 mesi. Mediamente si è riscontrato un risultato più immediato su soggetti con pelle fine, rispetto a soggetti con pelle più spessa che presentano tempi di reazione più lunghi.

In this article